Il metro è mobile…qual piuma al vento

Sopra, lo Smemorato di Collegno.

Sotto, Sabino Cassese.

La smemoratezza non è necessariamente un portato dell’età.

Talvolta uno ci nasce.  Spesso ci diventa. Spessissimo ci fa.

Sabino Cassese, emerito giudice della Corte Costituzionale

(mica un peracottaro qualunque) , appena ieri,  di fronte ai dpcm

di Conte tuonava che, fosse stato per lui, lo avrebbe spedito 

in una “colonia penale” per direttissima. 

Oggi, di fronte ai dpcm di Draghi, che sembrano la copia carbone, 

pare essersene totalmente dimenticato. 

Domanda: possiamo ancora fidarci di “emeriti” affetti da  tare congenite, 

demenza senile, o – peggio –  che hanno il metro variabile, 

a seconda  della posizione geoparlamentare?

Lascia un commento

Archiviato in Narrativa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...